Martignanello

L'oro d'Italia: il vino e l'olio

Quando pensiamo al ruolo economico dell'Italia nel mondo, spesso ci concentriamo su settori dell'export molto tradizionale: il comparto siderurgico, per esempio, che ci ha fatto guadagnare un posto al tavolo del G7.

Spesso però si dimentica che a farci conoscere all'estero sono prodotti che con la produzione industriale hanno pochissimo a che vedere e che, anzi, sono il simbolo di una cura artigianale.
Parliamo del vino e dell'olio made in Italy, in questi mesi colpiti dai dazi imposti ai beni europei dal presidente USA Donald Trump: sanzioni che però non sembra abbiano scalfito il loro successo! Ecco perché qui li celebriamo nel dettaglio.

Un momento di Poesia con 3 dei migliori vini Italiani

25 Sep 2021

Non importa se si tratti di un momento di socialità, di relax o di celebrazione, una buona bottiglia di vino può tramutare un fallimento in successo.

Scegliere un vino non è semplice, e nel caso di produttori vinicoli italiani potremmo spendere giorni a tessere le lodi di centinaia di nettari uno più pregiato dell'altro, dunque per aiutarvi a scegliere ne prenderemo in considerazione 3 tra quelli che più ci sono piaciuti.

Sua Maestà il Rosso

Il vino rosso che ci ha stregato è l'Amarone della Valpolicella, un passito tra i più pregiati sul mercato, con la più alta certificazione Italiana D.O.C.G (Denominazione di Origine Controllata Garantita) che nasce in Veneto dalle uve dal caratteristico colore nero.

Definiamo questo vino come regale, di gran carattere che sprigiona note olfattive travolgenti richiamanti all'autunno con accenni di cannella, amarena e confettura di lamponi, e un sapore vellutato, caldo ed avvolgente.

Per accompagnarlo in tavola ci vogliono piatti altrettanto importanti di carne, cacciagione, arrosti, salumi e pasta dura e anche lo stesso risotto all'Amarone.

Gustarlo da solo non è un crimine, anzi questo vino è un compagno perfetto per i momenti di relax: li arricchisce e valorizza come una coccola al palato.

Non chiamatelo Prosecco

La convivialità è nell'animo della nostra cultura e condire i nostri momenti sociali con le bollicine è rituale di spensieratezza che solleva anche le giornate peggiori, dopo tutto che c'è di meglio di un aperitivo tra amici dopo ore di lavoro snervanti?

Vale la pena quindi scegliere un vino che sia più di un semplice prosecco, perché quando scegliamo Franciacorta, parliamo di una categoria a sé stante tra gli spumanti metodo classico.

Pregiatissimo italiano con Denominazione di Origine Controllate Garantita, viene prodotto esclusivamente nella omonima zona della Lombardia.

Per il vostro aperitivo perfetto, provate un Brut o un Extra Dry, dal sapore secco ma setoso e leggero, il colore brillante e odore delicato che va perfettamente a coronare i momenti più care-free della giornata.

Dulcis in Fundo

Infine anche il dolce ha bisogno di un’anima gemella e sarebbe un crimine non consigliare un favoloso Passito di Pantelleria.

Come suggerisce il nome, questo vino D.O.C è di produzione esclusiva dell'isola di Pantelleria e ha conquistato l'ora del dessert con il suo sapore caldo con accentuate note aromatiche che complimenta la pasticceria secca, frutta a guscio, frutti di bosco e dessert con sfumature acide.

Il suo colore ambrato richiama gli infuocati tramonti estivi che coprono i cieli della stupenda isola di Pantelleria.

Una questione di passione

Che sia consumato ad un banchetto, un aperitivo con gli amici,che sia una nota dolce per accompagnare la nostra cheescake, che sia il calice sulla scrivania in un momento di relax, navigando su internet, guardando video, giocando online sui casinò, o coccolando il nostro gatto, l'importante è che il vino sia una scelta pregiata, di valore.

Ogni momento è prezioso, non possiamo sprecarne con in mano il calice sbagliato.

Alla scoperta dei criminali del vino

27 Sep 2020

Non succede solo all'estero che si cerchi di fare soldi usando prodotti alimentari non italiani ma dal nome... evocativo. Il Cambozola o gli Spagheroni sono due esempi, ma succede anche qui da noi di provare a truffare il pubblico. Spesso con vino scadente, e addirittura pericoloso: se ne parla qui.

Come riconoscere un buon olio

31 Aug 2020

Il mercato italiano è spesso vittima di truffe agroalimentari, con prodotti spacciati come locali quando non lo sono.

Imparare allora a capire se cosa si sta mangiando è di ottima qualità e, soprattutto, made in Italy è sempre più importante! Si può iniziare proprio da questo tutorial dedicato all'olio extravergine.

Il boom dei vini biologici

21 Jul 2020

Chi beve vino in maniera occasionale potrebbe non essersene accorto, ma i conoscitori hanno intuito che quello dei vini biologici o biodinamici è un trend tanto recente quanto inarrestabile.

Sarà anche il ricordo dello scandalo dei vini al metanolo ad aver spinto i produttori verso la vinificazione naturale? Qui un'opinione.